Sensorhill prodotto Brevettato dai ns collaboratori e concesso alla vendita alla Vignatech:  implementata la gestione degli irroratori montati sull’attrezzo trainato per  ridurre ulteriormente le azioni che l’operatore deve eseguire e quindi consentire la corretta concentrazione esclusivamente alla guida del  mezzo agricolo. La gestione automatica dell’irrorazione porterà anche  vantaggi dal  punto di  vista del materiale  sprecato, aprendo e chiudendo le elettrovalvole degli irroratori nel  modo più opportuno; in questo modo, sarà possibile ridurre al  minimo lo spreco di prodotti inutilmente irrorati risparmiando tempo e denaro.
2 PANORAMICA DEL SISTEMA
La gestione degli irroratori è composta da 3 parti: un comando in cabina, i sensori che rilevano la  presenza o meno di  filari e la centralina gestione elettrovalvole.
2.1 Comando in cabina
In cabina è prevista una pulsantiera con un selettore a due posizioni  AUTO- MAN e due pulsanti per  l’attivazione dei due irroratori, destro e sinistro. La pulsantiera con i comandi illuminati darà una chiara indicazione dello stato del  sistema al  conducente che sarà in grado di capire rapidamente lo stato del  sistema con una rapida occhiata al  pannello comandi.
2.2 Sensori presenza  filare
Due sensori per  lato che rilevano la presenza del  filare o della  vegetazione, in caso di filari non   continui che presentano “buchi” è inoltre addirittura possibile gestire più sezioni di getti per lato, aumentando il numero di sensori e di relative elettrovalvole, a seconda delle necessità di ognuno (4-6-8 sezioni), anche iin funzione dell altezza della controspalliera e del tipo di coltura.
2.3 Centralina gestione elettrovalvole
È la centralina che riceve il  segnale dai sensori di presenza  filare e dalla pulsantiera in cabina, dopo  aver  acquisito tutti i segnali attua una strategia per  la gestione intelligente delle elettrovalvole e  quindi attua il  controllo del  prodotto irrorato.
3 Sensori
I sensori che  verranno utilizzati saranno di tipo ottico con rilevamento a distanza ridotta, così da non  andare a rilevare il  filare adiacente.
Qualora la calibrazione per  la misura della distanza per  evitare false rilevazioni risultasse troppo  complicata  verrà  valutato il  montaggio dei sensori in una posizione particolare con un’angolatura  dal  basso  verso l’alto che riduce la possibilità di un falso rilevamento. 4 Gestione utente L’utente può in qualsiasi momento portare il  commutatore da  AUTO a MAN, e  viceversa. Se si utilizza il  sistema su  AUTO, la centralina attua una strategia per  aprire e chiudere le  elettrovalvole completamente automatica
 Sensorhill è stato descritto al  singolare, ma prevede un’elettrovalvola per gli irroratori di destra e una per  gli irroratori di sinistra, o come già detto sopra più sensori e più elettrovalvole per la gestione di più sezioni contemporaneamente, le elettrovalvole sono gestite indipendentemente l’una dall’altra. L’utilizzo della posizione MAN è semplice, diretta, chiara ed intuitiva, la singola pressione del  pulsante irroratore destro abilita l’irrorazione a destra con la conseguente illuminazione del   pulsante premuto, idem per  l’altro irroratore. Nel  passaggio da MAN ad  AUTO la centralina prenderà controllo degli irroratori come da strategia prevista. La gestione degli irroratori come sopra descritto e come potrete anche  verificarne la bontà del  sistema grazie ai 2  video allegati e protetta da domanda di brevetto PCT /IB2019/061298 Filed 23 December  2019  derivante da domanda italiana numero 102018000021169 effettuata il  27/12/2018.Quest ultimo brevetto da noi internamente chiamato(  TERZO  ALGORITMO. I sensori ottici per  rilevamento  vegetazione sono rivendicati  all' interno del  brevetto appena sopra descritto, di cui abbiamo pareri preliminari positivi per  cui l' ufficio brevetti non ha avuto nulla da eccepire ,addirittura ricordo che dall’ufficio di Monaco si complimentarono con il  nostro referente italiano per  la bontà del  brevetto in realtà non compaiono pareri negativi in nessuno dei nostri brevetti.
Inoltre abbiamo appena depositato una   domanda di brevetto d invenzione Italia   Numero 102020000004561  su   addestramento di reti neurali artificiali per  il  riconoscimento d immagine delle patologie ed alterazioni da macro e microelementi su piante da frutto attraverso ML.  (Machine Learning).
A tal proposito siamo quasi pronti con una APP. che consente a chiunque faccia il dawnload su telefono di scansionare un sintomo su foglia o altre parti della vite e in risposta il riconoscimento per ora soltanto di mal dell esca, ma stiamo lavorando su altre patologie (flavescenza dorata, complesso dell arricciamento, black rot, carenze varie etc).

Sensorhill

Sistema Brevettato per la gestione sugli atomizzatori dell'irrorazione

1.800,00 €

  • 20 kg
  • disponibile
  • consegna in 5-81